L’acido ialuronico è un componente naturalmente presente nella nostra pelle, garantisce la corretta idratazione del derma funzionando più o meno come una spugna: trattiene l’acqua ed è un elemento superidratante, un prezioso alleato della pelle secca. Idratare la pelle significa favorirne la rigenerazione, ripristinando l’equilibrio idrolipidico per una pelle più morbida ed elastica.

Il problema è che, con il passare degli anni, la presenza dell’acido ialuronico nella pelle diminuisce e bisogna compensarne la carenza con dei trattamenti cosmetici appositi, affinché la pelle ritrovi la sua naturale sodezza.

Esistono diversi tipi di acido ialuronico a scopo cosmetico, derivati da biotecnologie e con pesi molecolari differenti per azioni complementari, per esempio a basso peso molecolare per la sua capacità di penetrare facilmente e in profondità fino al cuore della pelle. Inoltre, l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica ci fornisce le linee guida per riconoscere i prodotti la cui formulazione contiene esclusivamente materie prime biologiche e naturali. Ma andiamo in ordine.

L’azione dell’acido ialuronico nel corpo umano

Presente in ossa, cartilagini, tessuti connettivi e scheletrici, follicoli, labbra, occhi e tessuti molli, l’acido ialuronico è una molecola fondamentale per contrastare gli effetti dell’avanzare dell’età. La sua azione idratante mantiene l’acqua nei tessuti, trattiene circa 15kg di acqua all’interno del corpo, ma diminuisce con il passare del tempo. Per le sue particolari capacità, l’acido ialuronico viene scelto come materia alla base di una moltitudine di applicazioni nell’ambito della cosmesi [Fonte].

A seconda dei trattamenti a cui ci si sottopone, vi sono diverse tipologie di acido ialuronico, così come esistono molteplici prodotti, riconoscibili tramite le apposite certificazioni che mettono in evidenza i cosmetici fabbricati interamente con materie prime biologiche e naturali.

Le tipologie di acido ialuronico destinate alla cosmesi

L’acido ialuronico è un potente idratante, che trova tantissime applicazioni nei trattamenti estetici. A seconda del livello di penetrabilità nella pelle, l’acido ialuronico è di due tipologie: acido ialuronico ad alto peso molecolare, acido ialuronico a basso peso molecolare.

Acido ialuronico ad alto peso molecolare

Nella forma ad alto peso molecolare, l’acido ialuronico è caratterizzato da molecole più pesanti in quanto più grandi. La sua struttura è in grado di trattenere una grande quantità di acqua, agendo in modo superficiale, senza quindi agire in profondità.

Acido ialuronico a basso peso molecolare

Al contrario delle molecole di grandi dimensioni, quando l’acido ialuronico si presenta nella sua forma a basso peso molecolare significa che la sua azione sarà più profonda per via delle minori dimensioni delle sue molecole. Questo si traduce in un’idratazione più profonda e in una maggiore azione rimpolpante.

L’acido ialuronico nei prodotti

Tra tutti gli idratanti naturali, l’acido ialuronico è forse il migliore. La profonda idratazione che questo componente dona alla pelle ne riduce la ruvidità e le dona vigore. Vediamo i possibili trattamenti a base di acido ialuronico.

I filler di acido ialuronico

I filler non sono altro che infiltrazioni, sono tra i trattamenti a base di acido ialuronico più diffusi e vengono effettuati da medici presso i centri specializzati. Nella pratica, si tratta di piccole punture che vengono eseguite nei pressi del contorno occhi e delle rughe naso labiali, allo scopo di andare a riempire le rughe espressive.

Le creme all’acido ialuronico

Con l’applicazione quotidiana e costante delle creme a base di acido ialuronico, si può migliorare la condizione delle rughe espressive, andandole a riempire gradualmente. Attraverso l’uso di creme a base di acido ialuronico a basso peso molecolare, che agisce in profondità, migliora l’idratazione della pelle e l’azione antirughe è sicuramente più efficace.

Le compresse di acido ialuronico

Con l’avanzare dell’età, la quantità di acido ialuronico presente nel nostro corpo si va riducendo (100% a 20 anni, riduzione fino al 65, 45 e 25% rispettivamente a 30, 50 e 60 anni), rendendo necessaria l’integrazione di questa sostanza mediante l’assunzione di compresse. Alcuni studi hanno dimostrato l’utilità degli integratori a base di acido ialuronico in termini di idratazione cutanea, con effetti positivi nel processo di mantenimento di una pelle più soda e ringiovanita.

Non vi sono particolari controindicazioni nell’assunzione di acido ialuronico, ma bisogna ricordare che non è l’unico componente presente nei cosmetici e nelle creme, quindi bisogna saper riconoscere i prodotti sicuri a livello biologico e naturale mediante le certificazioni.

Le certificazioni fanno la differenza nella cosmesi bio

La normativa europea che si riferisce ai cosmetici bio è il regolamento UE 1223/2009. I prodotti certificati Ecobio sono contrassegnati dall’etichetta Bio Eco Cosmesi AIAB. Questo marchio indica che quel prodotto è stato fabbricato in conformità alle caratteristiche AIAB per la produzione di cosmetici a basso impatto ambientale, ossia senza l’impiego di materie prime non vegetali e non compatibili con lo sviluppo sostenibile. Il marchio ci dice che tutti gli ingredienti presenti nella formulazione sono naturali, salubri e favoriscono la salute dell’organismo.

Orientarsi verso produttori di cosmetici a base di acido ialuronico naturale e certificati AIAB si traduce nell’acquisto di prodotti atossici, eco compatibili, compatibili per l’organismo, di origine naturale e animale, purché conforme al regolamento.

Comments

comments