Sono pronti a riaccendersi, i motori del Premio Rally Automobile Club Lucca.

La serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale, giunta alla sua quindicesima edizione, avrà la sua prova inaugurale sulle strade del Rally Internazionale Casentino, appuntamento che interesserà la provincia di Arezzo nelle giornate del 3 e 4 luglio.

Un palcoscenico che garantirà ai conduttori iscritti la possibilità di guadagnarsi una posizione di rilievo nella classifica di campionato, la prima della stagione sportiva, quella alla quale seguirà una “scala di valori” definita dagli appuntamenti di spicco: la Coppa Città di Lucca e la Coppa Ville Lucchesi – in programma il 18 luglio – ed il Rally del Ciocco, contesto valido per il Campionato Italiano Rally e per il CRZ, la Coppa Rally di Zona, in scena il 22 agosto.

Presupposti in grado di garantire al movimento motoristico lucchese un ruolo di primo piano in ambito nazionale, con il format 2020 della kermesse rimodulato a seguito delle indicazioni provenienti da Aci Sport e legato alla ripartenza del settore dopo lo stop causato dall’emergenza epidemiologica Covid-19.

Una programmazione che, da settembre, proseguirà sulle prove speciali del Rally di Casciana Terme, del Trofeo Maremma e del Rally Day di Pomarance per poi concludersi sulle strade de “Il Ciocchetto Event”, epilogo di fine stagione che – come consuetudine – si svolgerà all’interno della tenuta Il Ciocco di Castelvecchio Pascoli. Otto appuntamenti dedicati alle vetture moderne e quattro riservati alle vetture storiche, con l’Historic Rally delle Vallate Aretine che – il 24 luglio – seguirà la 3^ Coppa Ville Lucchesi inaugurando il Tricolore Autostoriche. A mandare in archivio il 15° Premio Rally Automobile Club Lucca Storico saranno le strade del Trofeo Maremma Storico ed Il Ciocchetto Event Storico, teatro che assegnerà il titolo di campione 2020 di categoria.

I risultati validi per l’assegnazione dei titoli assoluti, di Gruppo, di Classe, Under 25 e Femminile del 15° Premio Rally Automobile Club Lucca saranno cinque, con la partenza ad almeno due appuntamenti necessaria ai fini dell’inserimento in classifica. Tre, invece, i risultati utili ai fini della compilazione della classifica finale del Premio Rally Automobile Club Lucca Storico, con due partenze richieste per concorrere all’assegnazione dei titoli assoluti e di Raggruppamento.

Pronto a ripartire anche il Rally Città di Pistoia che, anche quest’anno, ospiterà una competizione a sé stante, quella riservata alle auto storiche: la 2^ Coppa Città di Pistoia.

Anticipato al 5-6 settembre dalla data di origine che sarebbe stata ad inizio ottobre, il rally organizzato da Pistoia Corse insieme all’Automobile Club Pistoia è valido per la Coppa Rally di VI zona a coefficiente 1,5 e per il Trofeo Rally Toscano e ad essi si affianca adesso un’altra validità ufficiale, data dalla rivisitazione di ACI Sport del calendario sportivo nazionale.

La 2^ Coppa Città di Pistoia sarà valida infatti per Trofeo Rally di III zona, appunto per autostoriche, andando ad aggiungersi alla “Coppa Ville Lucchesi” del prossimo mese ed al “Trofeo Maremma” di ottobre.

La gara, vedrà al via anche le “All Stars” (vetture di interesse storico agonistico) avrà il percorso e la logistica radicalmente modificati rispetto a quanto previsto nel progetto di origine, ciò seguendo le nuove disposizioni sanitarie definite nel protocollo sanitario federale ed anche per il contenimento dei costi sia organizzativi che per i concorrenti.

Il percorso, punteggiato da un totale di sei prove speciali (due distinte da ripetere tre occasioni) per un totale di circa 60 chilometri di distanza competitiva, è ispirato alla tradizione della gara pistoiese, la quale per quest’anno dovrà “abbandonare” arrivo e partenza in centro a Pistoia, prevedendo le due cerimonie, come anche parco assistenza, riordinamenti e quartier generale in aree, in via di definizione, più idonee al controllo ed al distanziamento sociale secondo le prescrizioni governative vigenti.          

Comments

comments