Description

Milano: quando il fumetto diventa una professione

March 27, 2012   ·   0 Comments

Può il fumetto essere trattato con modalità e linguaggi differenti rispetto all’omologazione dei format fieristici di settore? L’obiettivo dell’ottava “Fullcomics & Games“, convention nazionale sulle professioni del fumetto e delle arti grafiche, é certamente ambizioso e innovativo.

Ancora una volta é l’evento ideato nel 2005 da Salvatore Primiceri, Ivan Zoni e Valeriano Scassa a dettare la linea della differenza e anticipare un rivoluzionario concetto di evento fumettistico.
Già nel 2005 a Pavia, il team di Fullcomics, pensò in modo lungimirante che alle fiere bisognasse concedere spazio gratuito a piccoli editori e autoproduzioni in modo da consentire al pubblico l’esplorazione di un vasto e sorprendente mondo sotterraneo, fuori dalla grande distribuzione, fatto di talenti, qualità e idee. Quell’idea é oggi alla base della Self Area di Lucca Comics & Games, la più grande fiera del fumetto in Italia.
E poi, nel percorso di crescita di Fullcomics, sono stati molti gli spunti che hanno anticipato le tendenze. Fullcomics é stata tra le primissime manifestazioni a parlare di digitale, web e cultura open. Nel 2011, nella scorsa edizione, ha avviato la serie dei convegni e dibattiti sul tema del diritto d’autore, della contrattualistica e anche sul marketing del fumetto.
E anche la prossima edizione sarà all’insegna dell’innovazione e dell’anticipazione, a partire dalla location. Sarà a Milano, nella zona Tortona, quel quartiere a ridosso dei navigli dove giovani e arte si incontrano tutti i giorni. E’ il quartiere dei “Temporary Events”, gli eventi che popolano ogni giorno i numerosi showroom collocati nelle vie tra i quartier generali del design e della moda. Milano é la capitale delle idee, il luogo dove vengono dettate mode e tendenze, l’incontro continuo tra professionisti della cultura.
Dal 18 al 20 maggio, Fullcomics & Games, si trasformerà in convention e sarà ospitata proprio in uno di quei tanti esclusivi locali del quartiere Tortona, lo Spazio Originale di Via Savona 55.
Il format é semplice ma inedito: unire in un’unica location le realtà professionali del mondo del fumetto e delle arti grafiche, favorire l’incontro tra autori ed editori, approfondire temi e sfide del mercato e delle professioni.
Il fumetto viene esclusivamente trattato come arte e, al tempo stesso, mestiere. Il messaggio é chiaro, un “concept event” dove il fumetto viene inserito, al pari delle arti creative, in un contesto professionale.
Le principali iniziative nella tre giorni di Fullcomics saranno indubbiamente il convegno nazionale dedicato alle questioni legali e alle opportunità professionali del fumetto digitale; e poi i career days del fumetto e delle arti grafiche dove decine di editors di case editrici incontreranno i giovani autori per veri e propri colloqui di lavoro. Lo spirito di quest’ultima iniziativa sta nella formazione e nella crescita che può derivare ad un giovane autore dall’approccio con realtà aziendali. Anche in questo l’organizzazione ha voluto puntare sulla qualità del servizio offerto tenendo limitati i posti disponibili. I colloqui avranno un giusto tempo e gli editors garantiranno la massima disponibilità e costruttività nel colloquio indipendentemente dall’esito.
Al fianco delle due iniziative “a iscrizione” ci saranno numerosi eventi a partecipazione libera quali le presentazioni e incontri con autori, il bookshop, il party contest con le premiazioni del concorso Gran Premio Autori ed Editori. All’interno della sala verrà inoltre allestita un’area showroom con tavoli espositivi di autoproduzioni, scuole, associazioni culturali.
Tra gli ospiti già annunciati: Paola Barbato, Luca Enoch, Federico Memola, Gianfranco Cordara, Paolo Castaldi, Antonio Recupero e Salvatore Amedei.
Per info e adesioni: www.fullcomicsandgames.com/2012/

Stefano Bassi

By admin

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Comments Closed


Readers Comments (0)


Sorry, comments are closed on this post.