Costa Concordia: Codacons diffida Gabrielli sulla ricerca dei dispersi

February 1, 2012   ·   0 Comments

Le ricerche dei 15 dispersi della Costa Concordia devono proseguire e le attività di estrazione carburante possono conciliarsi con le operazioni di recupero dei corpi. Lo afferma il Codacons, che al riguardo presenta oggi una diffida al Commissario Franco Gabrielli e un nuovo esposto in Procura.

“I parenti dei passeggeri che al momento risultano dispersi, hanno diritto di conoscere la sorte dei propri cari e poter dare degna sepoltura ai corpi qualora si accerti la morte dei dispersi – afferma il Presidente Carlo Rienzi – La dignità delle famiglie coinvolte in questa tragedia va tutelata, e non è possibile interrompere le ricerche a bordo della nave, anche perchè queste possono ancora conciliarsi con le necessarie attività di estrazione del carburante’. Solo quando le ricerche dei dispersi diventano oggettivamente impossibili – spiega l’associazione – è possibile disporne il blocco o la sospensione, circostanza che non pare essersi verificata nel caso dell’Isola del Giglio.
Per questo – prosegue il Codacons – invieremo oggi stesso una diffida a Franco Gabrielli, chiedendo di riprendere con urgenza le operazioni di ricerca sulla Concordia, e presenteremo un nuovo esposto alla Procura di Grosseto chiedendo di valutare l’opportunità di aprire una indagine in merito all’interruzione delle ricerche, volte ad accertare eventuali ipotesi penalmente rilevanti come interruzione di pubblico servizio, omissione di atti d’ufficio e violenza privata nei confronti dei familiari dei dispersi.

By admin

Tags: , , , , , , , , ,

Comments Closed


Readers Comments (0)


Sorry, comments are closed on this post.