Lecce: dichiarazioni omofobe di un assessore contro Vendola. Mancuso: “il sindaco lo licenzi”. Arrivano le scuse ufficiali

January 8, 2012   ·   0 Comments

Una brutta vicenda di omofobia arriva da una di quelle città considerate tra le più aperte ed accoglienti d’Italia, oltre che tra le più belle artisticamente e culturalmente. Stiamo parlando di Lecce, la città che ha dato la cittadinanza onoraria a Ferzan Opzetek, regista che ha ambientato proprio nel capoluogo del barocco il suo celebre film “Mine Vaganti” sul tema dell’omosessualità. Lecce é anche capoluogo di una provincia che con Gallipoli in primis e tante altre cittadine turistiche, ha da sempre puntato sull’accoglienza senza discriminazioni. Il turismo gay nel Salento, infatti, negli ultimi anni ha fatto registrare un forte incremento. Infine Lecce é una città della Puglia, regione che da due mandati ha scelto Nichi Vendola come governatore.

Ma che cosa é accaduto? Un assessore del Comune di Lecce, Giuseppe Ripa del PDL, durante una seduta pubblica ha puntato il dito proprio contro Vendola definendolo come una “Signorina” e aggiungendo: “In natura esistono solo uomo e donna, tutto il resto sono turbe psichiche”.

In un minuto é scoppiato il caos. Il primo a prendere le distanze dall’assessore é stato il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, che in una nota spiega:
Devo assolutamente intervenire per stroncare questa polemica. Mi spiace, Giuseppe, ma devo dissociarmi pubblicamente dalle tue affermazioni inopportune e riconducibili al tuo modo di vedere le cose, non certamente al mio governo cittadino e alla mia persona. Mi scuso io a tuo nome per quello che hai detto sul presidente Vendola, che noi contrastiamo a livello politico non condividendo le sue idee, ma non certamente per le sue scelte di carattere personale. Mi scuso anche con tutti coloro che si sono sentiti offesi da queste affermazioni che, ripeto, non condivido in nessun modo. Mi auguro che questa storia finisca qui e che simili esternazioni restino del tutto personali e che non vengano strumentalmente associate alla mia persona“.

Ma la ferma condanna di Perrone non é bastata a sedare gli animi e una vasta area di opposizione alle parole di Ripa, guidata dal candidato alle prossime primarie del centro sinistra Carlo Salvemini chiede a gran voce a Perrone di ritirare la delega all’assessore.
Contemporaneamente lo stesso Salvemini avvia su internet una raccolta firme per dire no all’omofobia nella città di Lecce. Per firmare é possibile collegarsi qui>>

Durissima condanna é stata espressa anche dalle associazioni per i diritti delle persone omossessuali, in particolare dal presidente di Equality Italia, Aurelio Mancuso che si rivolge al sindaco di Lecce Paolo Perrone per dirgli che la presa di distanze dalle parole del suo assessore non basta, l’assessore va licenziato.

Ecco le parole di Aurelio Mancuso:

Se in altro Paese europeo un esponente della destra istituzionale si fosse lasciato andare in affermazioni uguali a quelle svolte dall’assessore al traffico del Comune di Lecce Giuseppe Ripa: “in natura esistono solo due tipi di generi umani: l’uomo e la donna. Il resto è classificato scientificamente come turbe della psiche, patologia che rientra nelle competenze della scienza sanitaria in generale e della psicanalisi in particolare. Tutto il mio rispetto per il diverso!!! ma non si può passare un’anormalità per normalità perché’ di questo andazzo sta morendo la nostra società”, avrebbe ricevuto una sanzione politica adeguata.
Invece il sindaco di Lecce, rispetto agli insulti rivolti dal suo assessore a Nichi Vendola presidente della Regione Puglia, si limita a prenderne le distanze, mantenendo il tutto nell’alveo delle opinioni personali. Nell’esprimere all’amico Vendola tutta la nostra solidarietà e stima, chiede alla destra di questo Paese un gesto forte e chiaro: l’assessore di Lecce sia “licenziato” in tronco, affinché sia chiaro che l’omofobia non può avere alcuna cittadinanza nel Pdl.

Aggiornamento delle 19.20 (08.01.12)

L’assessore Ripa si scusa

“Preso atto che le mie dichiarazioni sono state sicuramente fraintese,riconosco che probabilmete la foga di un dibattito ha trascinato la mia voglia di esternare idee sicuramente ben lontane dalla mia cultura e dai miei pensieri. Sicuramente sbagliando. Chiedo scusa al Presidente Vendola per l’accaduto, non volendo minimamente offendere alcuno, nel rispetto di scelte che sono e rimangono strettamente personali”.

Lo ha dichiarato Giuseppe Ripa, assessore ai trasporti del Comune di Lecce, sul suo profilo Facebook, in seguito alle forti e trasversali critiche ricevute in seguito alle sue dichiarazioni pubbliche nei confronti del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Salvatore Primiceri

By admin

Tags: , , , , , , , , , ,

Comments Closed


Readers Comments (0)


Sorry, comments are closed on this post.